ballatasadica

A sua (di Lei) immagine e somiglianza.

Penso che chiudo il blog ad ogni modo.

A parte disgrazie su disgrazie non ho nulla da raccontare.Questo  blog e’ autobiografico come potete notare, e penso che  l’autobiografia sia una merda.

Ora pero’ non sono in grado di parlare d’altro, di aprirmi al mondo.

 Perche’ per me il mondo si riduce ormai a quelli che scopo. Come se essere innamorata marcia dei tipi piu’ impensabili sia la mia unica ragion d’essere.Trovare un fidanzato idem. Quasi quasi vorrei farmi mettere incinta. Un figlio legherebbe un uomo a me, infatti lo faccio ”senza”.

Perche’ sono follemente innamorata dell’amore. E’ l’unica cosa che puo’ rendermi contenta, placare la mia ira verso il mondo, farmi sorridere, occuparmi le giornate. 

Ormai e’ tanto che, dentro questa crisi depressiva, sono del tutto priva di voglia di vivere, dell’entusiasmo del fare.

Ogni volta che mi sveglio penso ”di gia’ ”, ogni volta che apro un libro penso ”che palle”, l’autosvalutazione regna sovrana, la voglia di autodistruggermi idem, di estraniarmi dal mondo con pasticche, sonno,vizi.

Ecco cosa sono diventata , fuori una larva umana, sola e triste. Una calamita di negativita’. Ho ricevuto un potente malocchio. Si lo so non ci credete ecc. Ebbene e’ invece roba che esiste. E io sono stata maledetta.

Il mio unico desiderio e’ morire presto. Non arrivare ai trent’anni. Non dover sentire ancora il peso della vita e dello stillicidio di invecchiare.

E invece mi hanno condannato a una vita longeva, piena di torture.

Una vita che mi concedera’ attimi -attimi!- di gioia, effimeri,per poi vedere quella gioia distrutta. 

Incidenti stradali. Serpenti che entrano in casa. Gatti neri che balzano dentro la mia auto.Cose che si rompono. Addii insensati, cattive compagnie, una ”mano” che mi preme il petto, brividi. Disordine mentale familiare alimentare fisico sentimentale lavorativo.

Tutti i settori della vita che miseramente vanno deteriorandosi.

Io che contemplo queste macerie, senza nemmeno piu’ la voglia di rialzarmi.

La vita e’ inutile.

E’ una fatica inutile, una pena da scontare.

E questa ‘ la mia disfatta, la mia Caporetto.

Io sono una creaturina debole, non so vivere, basso e’ il mio spessore.

Mi stendo sopra la polvere, annego in un lago di sangue, rido della mia tragica condizione.

 Non c’e’ via d’uscita, non la voglio trovare. Ahahahahah, io non faro’ piu’ niente per risollevarmi. Niente. Non posso avere te?

E allora basta,non ha senso continuare a difendermi la pelle.

Voglio abbracciare la morte , si, deliziosa signora, non mi muovero’ piu’ cosi’ posso affondare piu’ facilmente.

Ho visto come sibilava quella serpe, ieri. Io , alle orecchie, orecchini a forma di serpe.

L ho vista. Quella serpe era per me.

Una vipera.

Lo so che ho fatto del male alle persone, ma non piu’ di quell che loro hanno fatto a me. Coi miei dopo giochi, la falsita’…sono talmente falsa che neppure io so come sono veramente.

Tutto il male che ho fatto e’ tornato indietro con gli interessi.

La mia anima e’ persa. Tormentata, impazzita..

Vi saluto

 

 

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “

  1. Emilio in ha detto:

    Non chiudere il blog, credo sia bellissimo e mi fa piacere leggerlo! 🙂

  2. Wow! In the end I got a blog from where I be able to actually
    take useful data concerning my study and knowledge.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: