ballatasadica

A sua (di Lei) immagine e somiglianza.

scatenate il male.

Esatto, Griffith e’ uno che a un certo punto perde tutto.

Viene torturato un lunghissimo anno e poi risorge come una fenice crudele, e non lo fa piu’ per lui ma per infliggere dolore. Muta le sue ambizioni, vede che la donna che prima lo venerava si e’ messa con quell’usurpatore del suo ex amico ambiguo, e decide di scomparsela davanti a lui.

‘Make her tears like Griffith did”

Falla piangere come fece griffith. Letteralmente e’ il falco che torna padrone del cielo, che ristabilìsce i ruoli.

E’ il trionfo del male. 

Dolcissimo, atteso, meditato.

Si’, ora che ci penso finche’ non ho abbassato guardia stavo da Dio, poi ho iniziato a rammollormi. Messa con uno per pena e spirito di sacrificio, detto ”si va bene” troppe volte.

Gesu’, tu dici di porgere l’altra guancia, ma non sopravvivi se lo fai.

Ora ho capito tante cose.

Che vengo sempre e solo prima di qualsiasi uomo.

Che il dolore dilania e ti cambia, ma ti solidifica le ali.

Che piu’ sei incazzato e piu’ la bestia dentro di te ruggisce.

Che meno hai dai perdere e piu’ hai da guadagnare: ti ritrovi davanti un foglio bianco, la tabula rasa. L’horror vacui ti spiazza ma alla fine una vita resasi ”vuota” e’ una tela.Un nuovo battesimo, un’iniziazione. E’ come rinascere e avere la possibilita’ di rifarsi da nuovo.

Nuovi amici, nuovi obiettivi, nel mio caso ci sara’ anche un preoccupante cambiamento fisico.

Tutti i kg che sto perdendo…mi ricordano quando ero anoressica. Mi sto spolpando solo piu’ lentamente, in modo salutare.

Vedo perdere tanta mediterraneita’, il viso piu’ scavato, gli occhi che di conseguenza sembrano piu’ grandi. Meno seno, meno tutto. ho tolto le estensions, ho i capello lisci, nerastri, la pelle scura.

Ora non posso tingerli, ma attendero’ settembre, diventare pallida, angelica, ancora piu’ piccola. E poi farmi bionda. Buttare via le borchie e gli spunzoni. La pelle nera, il trucco pesante.

Voglio essere piu’ eterea, gli occhi grigi, freddi. La pelle bianca.

E’ una versione di me che non ho mai provato.

 ma credo mi piacera’.

 

 

Mi devo tutelare.

 mi sono lasciata andare.

La depressione purtroppo ha un che di dolce, rincuora , e’ stucchevole, cullante, perfino nobile, bella. So che sembra difficile da credere ma e’ cosi’, e’ stupendo prendere tutte quelle gocce per dormire e immergersi in quei sonni pesantissimi e senza sogni, che ti stordiscono e ovattano dal mondo. E’ stupendo lasciarsi cullare dal dolore, più facile che scendere in strada e rituffarsi nella vita.

E invece devo.Cambiare quella vita che mi ha deluso, e che non ce la fa ”a cambiare me”.

Dimmi che non vuoi morire.

No che non voglio morire, cazzo! Io devo riprendermi il mio posto nel cielo, tornare a volare alto, che cazzo ci facevo con un tossico che mi sbatteva la bamba davanti al muso? Un disoccupato, analfabeta, animale, cafone, maleducato. Che cazzo volevo diventare, una che abbandona Legge per farsi di coca? Perche’ il passo era quello.

E prima, che sono stata con uno che credevo fosse gay?.. attrazione fisica zero, ne vogliamo parlare??

Dio, io voglio altra vita!

Solcare con piglio deciso le aule di tribunale, ”dove ti porto, cara?”, un diamante al dito, ristorantino sulla spiaggia, lo spumante dentro al secchiello col ghiaccio, Mercedes, un cane che mi lecca, fare l’amore sentendo il mio corpo rispettato, lenzuola pulite, un guardaroba che straripa, spa, estetista, viaggi, denaro, classe a e musica anni ottanta, sorrisi luccicanti e non aver paura della fine del mese.

Il cielo.

Io voglio il cielo, non sono nata per strisciare!

Dio, e che cazzo mi frega se dicono che sono strana o antipatica, da quando un borgo di contadini ripuliti puo’ decidere chi sono?

Si’, tornero’ a sorridere. Ne sono sicura, certa, ricostituiro’ una nuova squadra di falchi.

In fondo quel manga non e’ finito, mancano dei numeri. Sara’ ovviamente che Griffith muore, o forse uccide gatsu e caska. Si’, vorrei questo finale, la vittoria dell’antagonista, non molto politicamente corretta, ma…

Stendere il braccio teso davanti a se’, l’armatura bianca, il becco ricurvo, il bagliore degli occhi di ghiaccio e di un sorriso spietato. Un esercito che ti rispetta, un esercito nuovo.

”Scatenate il male”.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “scatenate il male.

  1. Alice in ha detto:

    Perdere peso va bene ma non tornare nelle braccia di ana e di mia, eh! Mi raccomando.
    Hai fatto tanti progressi da quando ti leggevo su splinder…. il tuo corpo ora deve gridare “Vendetta!” e non “Dolore!”… con le ossa appuntite bisogna mirare con cura, prendere il resto del mondo a spallate e punirlo per non essere mai ciò che vogliamo.

    “Se il destino si fa beffe della saggezza dell’uomo non è sbagliato che l’uomo, tramite il male, si opponga al destino”

    Per quel che riguarda Berserk, è sicuro come la morte che ci sarà un finale pizza e fichi…
    La gente non empatizza per Grifis, no, la marmaglia preferisce Gatsu.
    Considera eroe uno che prima non ha voglia di avere obiettivi o sogni, poi appena gira il vento se ne va (ma non sa manco lui con precisione perché, la mia migliore ipotesi è che in fondo fosse invidioso di Grifis) ed infine torna tra i suoi compagni accolto come un divo, con Caska pronta ad aprire le gambe. Mbòh.
    Io, nel mio piccolo, continuo a sperare in un lieto fine. Per Grifis.

    Alice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: