ballatasadica

A sua (di Lei) immagine e somiglianza.

larve sottocutanee

Non ho buone nuove, se volete belle notizie cambiate blog.

Mi hanno diagnosticato la depressione.

Sono ossessionata da quel tossico e non riesco a non concedermi, se non lo sento sto male.

Prendo dei farmaci prescritti, mi danno uno stordimento leggero.

Ho un peso sul cuore che non si allevia con niente, solo dormendo.

Sono stata abbandonata da tanti, soprattutto gente che diceva di tenere a me.

Gente cui ho dato l’anima.

Non vedo speranze, sono sola, magra, indietro con l’uni. Anche alzarsi dal letto e’ diventato pesante. So di aceto, come se stessi marcendo.

Voglio vedere quelle persone morire, stritolarle come se fossero piccoli, patetici insetti. Voglio le loro gioie distrutte,voglio  fargli vivere un giorno dei miei, desidero la loro sofferenza come si desidera un giorno di sole, in inverno.

Ma risorgero’, finiro’il ciclo di antidepressivi e forse mi svegliero’ una mattina con la voglia di vestirmi e uscire in strada, di un nuovo amore, di una botta di sole. Forse mi verra’ fame e prendero’ un cornetto e un cappuccino. Mi si abbozzera’ un sorriso.

Non e’ rimasta che la mia fredda bellezza, come di una rosa canina.

Gli occhi che mi si sono rimpiccioliti , allungati, seccati. Le labbra piene, sovrastate da un herpes da stress, solcate di ferite, riarse, disidratate, increspate verso il basso. Il viso piu’ aguzzo, le sopracciglia piu’ folte, magnifiche ossa che iniziano a spuntarmi in ogni dove.

Pagherete caro, carissimo tutto questo. Col mio odio, intanto.

La voglia di vendere l’anima pur di vedervi contorcere di dolore come vermi all’amo, voi, la vostra voglia di uscire, i vostri sorrisi, le vostre inutili battagli. Desidero la vostra morte piu’ di quanto desideri la mia, nei miei propositi di suicidio. Massa di falsi, evirati, formiche da usare e schiacciare.

Benedico i miei errori.

Tipo, il mio ex no. L’ho tradito. E poi lasciato. Col senno di poi avrei avuto ancora meno scrupoli, sarei stata ancora piu’ infima, avrei scelto un amante in piu’.

Una scusa ancora piu’ banale.

Sarei esplosa in una risata ancora peggiore, piu’ malenca. Ora non avro’ piu’ scrupoli ne’ pieta’, mettero’ me stessa sempre al centro, ancora di piu’.

Ne va della mia vita, e’ inutile dare il cuore a chi non vale manco uno sputo.

O prendere psicofarmaci per chi appena sa che esisto.

…e voi come va, larvette mie, miei fidi lettori?

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: