ballatasadica

A sua (di Lei) immagine e somiglianza.

E’ l’eterna lotta tra il bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto, più antica dell’inizio delle puntate di Beautiful.

C’è chi vede tendenzialmente nero, e al massimo potrà arrivare a dire: no no, ma lo so che è mezzo pieno. Di merda.

E poi ci sono gli inguaribili sostenitori del buono, sempre. Possibilmente senza virare verso lo stupido.

Ora, come la vedi la vedi, è sempre un bicchiere. Né più, né meno.

Così come molte delle nostre situazioni. Sono quelle che sono, un po’ buone, un po’ cattive, dipende tutto da come le si guarda.

Eppure CONVIENE vederlo pieno, sto bicchiere. Sforzarsi di pensare positivo. E visto che non ci credi, te ne do 10 buone ragioni:

 

1- Chi pensa positivo è più soddisfatto di se’, perché l’ottimismo spinge all’azione, l’azione al miglioramento. Pensate agli uomini delle caverne, che vivevano al gelo, all’umido. Se fossero stati un branco di pessimisti rinunciatari avrebbero iniziato a dire: uga uga chi ce lo fa fare, sopravvivo qui. Tanto è tutto uno schifo.

E invece no, a un certo punto deve essere arrivato uno scimmione ottimista. Che ha preso e ha detto: ma sì, abbelliamole un po’. E ha creato l’arte.

Oppure che ha detto: senti, così non va, fammi un po’ prendere quattro rami, un po’ di paglia, mi creo qualche corda a fare da tirante, un po’ di resina dove occorre fissare qualcosa.

Il primo architetto di questo mondo, anime belle. Fu un ottimista.

2- l’ottimismo induce a concepire il fallimento non come una sconfitta completa (ecco, sono un disastro, sono un  perdente, non so fare niente), ma come occasione di miglioramento e rinascita. Il fallimento è una sfida. (Ah sì,  è successo questo? Ora ti faccio vedere io!). Gli ottimisti si danno più possibilità, perché si stimano e si rispettano.

3-L’ottimismo porta a gestire i livelli d’ansia e di stress, a essere più energici, più sereni, a vivere più rilassati.

4-Gli ottimisti sono più sicuri di loro stessi, in media, rispetto ai pessimisti. Tendono a tentare, sempre. A osare, se serve. Di certo, non incappano in quel circolo vizioso del : no vabbè manco ci provo , non vincerò mai. Non mi prenderanno mai. Ma ti pare che scelgono me. Ma chi me lo fa fare

5- Gli ottimisti vivono più a lungo.

6-Gli ottimisti non sono quelli che vedo tutto rosa e fiori , sono semplicemente coloro che vedono una lucina in fondo al tunnel. E pur di raggiungerla, corrono.

7-Gli ottimisti fanno meno uso di tranquillanti, antidepressivi,incappano meno in vizi vari, sono meno dipendenti. Ci credo, con tutta la serotonina che naturalmente il loro organismo comune, chi glielo fa fare di trovarsi altri escamotage?

8- Gli ottimisti, a patto che non convivano altre caratteristiche caratteriali “sgradevoli” (sono stronzi, schivi, noiosi…) tendono a intessere dei rapporti sociali migliori. Oggettivamente, voi vi trovereste bene a sentire tutto il giorno uno che vi ricordi di continuo quanto tutto faccia schifo, quanto tutto va male, quanto tutto è inutile perché tanto moriamo?

Bella scoperta, lo sanno anche gli ottimisti. Ma appunto, vedono la parte piena di bicchiere, o meglio, si soffermano maggiormente su quella.

9- gli ottimisti credono nel miglioramento, nelle seconde chance, nella rinascita, nel “non tutto il male viene per nuocere”. Ed è vero

10- Gli ottimisti hanno maggiore autostima.

 

 

 

think positive.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: