ballatasadica

A sua (di Lei) immagine e somiglianza.

quindi A.

Per un tempo discretamente lungo della mia (ancora) non lunga vita il mio motto -quello vero, intendo…- è stata una bambagia di frasi, un corollario di effetti che si dipanavano tutti da una considerazione. Molto tagliente nella sua acutezza. Molto superficiale/egoistica/cinicobastarda/ in apparenza. Molto vera , di fatto.  Quel tipo di osservazione che in fondo in fondo è il  punto fermo di un sacco di gente, ma non sono in grado di ammetterlo.

A: Se una cosa non mi riguarda in prima persona, non me ne fotte un cazzo.

1-Fottendomene qualcosa, mi attivo.

2-Se non me ne fotterà più un cazzo, mi disattiverò.

(se è vero B  , -uso B perché A già l’ho usato, e i numeri li impiego dopo-, quindi C.) A= B, quando implica C. Quindi 1 e 2.

E badate che è vero.

B, “in prima persona” può anche essere una cosa che riguarda persone care. Di conseguenza da togliere dalla lista degli alti meriti. “Ah, non sono egoista, io penso alle persone care.”  Quindi B non implica C, perché B non è B.

Puttanate. Se una cosa lede una persona cara, intacca la tua sfera degli affetti e quindi intacca te, punto. E quindi ti riguarda comunque in prima persona, da qui il ritorno ad A.

 

A :”Se una cosa non mi riguarda in prima persona, non me ne fotte un cazzo.”

E’ di una logica inoppugnabile, non c’è possibilità di contraddire un’affermazione del genere. Per questo ne vado fiera.

Manco se mi veniste a dire: “AH, a me interessano le farfalle del Madagascar, però la cosa non mi riguarda in prima persona”.

Falso. Riguarda i tuoi interessi-bacati- e quindi ti riguarda comunque in prima persona. B implica C.

Ah, ma è soggettivo. Non è vero.

Corollari.

1-Se non me ne fotte un cazzo, non me ne occupo. Torno ad occuparmene solo quando me ne fotte qualcosa.

Se è C, implica D. Se non è più, o non è proprio, D, torno ad A.

A è uno stato di calma. Probabilmente il cerchio si chiude morendo , perché nulla ti interessa più direttamente, per cui “il resto” è un eterno “non me ne fotte un cazzo”. Che secondo me è un modo innovativo e assai sublime di intendere l’aldilà.

Finché sei costretto a occuparti di cose che ledono i tuoi interessi, sei costretto a vivere.

E tutta la vita è un continuo discernere tra “questo mi interessa quindi mi tocca in prima persona quindi mi attivo”, “questo non me ne fotte un cazzo quindi non me ne fotte un cazzo”.

2- Non c’è NULLA di veramente disinteressato. Neppure i sentimenti.  Se una cosa è disinteressata, è fuori dalla sfera degli interessi. Quindi non te ne fotte un cazzo. Quindi non è un sentimento.

Ovvero: Non c’è il non A, non è possibile.

Nessuno fa nulla per nulla. Se devi fare qualcosa per nulla, non la fai. (a meno che non sei obbligato, ma anche in quel caso non è affatto un “per nulla”, perché la costrizione è comunque A. , entra nella sfera dei tuoi interessi)

Obiezioni: esiste un sentimento disinteressato, ed è quello che lega genitori-figli.

Ovvero:  non è vero A, nel caso in cui si verifica una relazione “particolare” che è quella tra …mh…altre lettere, mettiamo F (figli) e G (genitori).

Da F si dipana una freccia che va verso G, da G una freccia che punta a F.

Falso. Sia Da F verso G, sia da G verso F. Implicano comunque A. Ovvero non solo te ne frega di fare figli (e quindi c’è interesse) ma te ne frega anche di mantenerli. Quindi è addirittura un sentimento doppiamente interessato.  E l’interesse va anche dal figlio verso il genitore, ma solo dopo la nascita, chiaramente. Quindi solo in fase di mantenimento.

In quanto:

1- G è “interessato” a avere F per motivi che, per quanto soggettivi si ricollegano a una gamma di opzioni precise. In pratica, è vero A, e per renderlo vero è sufficiente lo “scegliere” soggettivamente tra alternative obbligate, che sono le seguenti-

 

prima alternativa :  F (figli) è UTILE  a G (genitori), e quindi si verifica A, nel caso in cui si segua l’istinto di conservazione della specie, che spinge, esattamente come per gli animali, alla riproduzione. Motivo “nobile”, ma sempre interessato: contribuire IN PRIMA PERSONA  alla specie . E’ inconscio, ma c’è.

seconda alternativa: F (figli) è UTILE  a G (genitori), e quindi si verifica A, egoistico bisogno di sentirsi ” a posto”, “completi” . Di aver dato un “senso” alla propria esistenza generando e mantenendo un figlio, inteso quale prolungamento di sé. Tutto ciò che sarà A per il figlio (“se una cosa non mi riguarda in prima persona, non me ne fotte un cazzo) sarà A anche per i genitori. Ma non per disinteresse, ma perché si torna al punto di interesse delle persone care, di cui ho trattato su. Più labile sarà l’interesse (A) per F, più labile sarà ‘interesse di G. Ovvero: una cosa che interesserà tanto il figlio interesserà tanto anche il genitore, perché il figlio intacca direttamente la sfera di interessi del genitore, e quindi i rapporti che legano F a G saranno sempre TUTT’ALTRO che DISINTERESSATI.

altre alternative possibili: F (figli) è UTILE  a G (genitori), e quindi si verifica A: nel caso in cui…ti senti “moralmente a posto” e credi di aver dato “più senso alla coppia” se fai un figlio.

Dove questo moralmente a posto è la morale cristiana. L’universo non ha morale. Ha visto scomparire, estinguersi, tante specie viventi, non farà una piega (anzi, sarebbe un toccasana per l’ecosistema) se vedesse scomparire il genere umano per blocco della riproduzione.

Oppure: faccio un figlio per bisogno d’amore.

Che è il sentimento da cui nasce veramente l’amore umano, ed è di per sè un atto di egoismo. Quindi A.

oppure, questa è la vostra preferita immagino: faccio un figlio per DARE, donare, Amore.

No no no no.  Si dona amore per bisogno d’amore. Quindi A.

Seconda relazione da F verso G: , più easy, dai…

1chi MI mantiene? Chi MI nutre, chi MI ha dato la vita? (condizione fondamentale affinché ci sia interesse, per cui si verifichi A)? MAMMA. Quindi A.

 

Quindi A, quindi A. Quindi A.

Non ve ne è fottuto un cazzo di questo articolo?

Se ve ne è fottuto, è A.

Se non ve ne è fottuto, quindi non A.

 

Cheers

 

 

 

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: