ballatasadica

A sua (di Lei) immagine e somiglianza.

le 5 puttanate nonsense della mattina

l’arancione del tramonto dura sempre troppo poco, come i semafori
io parlo un po’ veloce e tu mi multi per eccesso di saliva
l’attaccatura recessiva dei tuoi capelli, i tuoi occhi sempre pronti a rescindere contratti immaginari
e le lezioni non mutuate di anatomia;
le nostre lezioni non mutuate di anatomia

non mi fermerei mai a comprare
meloni funghi arance per strada
pensa allo smog che prendono stando
tutto il giorno in mezzo alle macchine
ma tu credi che poi quelle nei campi siano meglio,
considerato che i campi stanno proprio vicino alle strade provinciali?
e quando passi con la macchina, la moto o l’aeroplano
in realtà non stai facendo altro che intossicare il cibo, anche se è una bella giornata

 

bella giornata, come quel giorno alla stazione c’ero io a prenderti
abbiamo fatto un giro della città, se non ricordo male ti piaceva il belvedere
ma sì, una città carina piccola a misura d’uomo, certo tira un vento che sembra di stare a Trieste,
ma c’è profumo di buono
e nonostante le panchine siamo riusciti ad amarci, eri vestita bene,
era quel giorno che in televisione c’era il finale di quella serie tv

forse i tuoi non erano poi partiti, chè nel caso si sarebbe fatto a casa tua,
che anche se non è spaziosa sempre meglio della macchina, lo sai, le luci mi disturbano
(già che io ho ansia da prestazione, poi ti senti frustrata…)
non è mica facile far finta di stupirsi ogni volta
per le carezze che io pensavo fossero dovute
e invece no e invece no e invece no…

 

 

 

 

Boh. Ma ci hai capito qualcosa?

Ieri me l’hanno fatta ascoltare. Sta canzone è un’accozzaglia di parole spiattellate lì, senza un fine, una logica, un disegno.  Un’abbuffata di dizionario. Presenti i buffet ai matrimoni, o anche agli aperitivi, o insomma roba del genere?

Che ti fiondi su quei tavoli lunghi e stretti dove ci hanno messo STO MONDO E QUELL’ALTRO, dal dolce al salato dalla carne al pesce e tu riempi i piatti fino all’orlo con fare balordo e pure un po’ sfacciatello. Io dico sempre “Ah tanto nello stomaco si mescola tutto” e magari finisco per pucciare la carne nel budino. Ecco.

Sta canzone è la stessa roba, un buffet di dizionario. Prendi, apri. Leggi, scrivi.

O  forse non sono abbastanza stramaledettamente-ermetica-e-profonda-e-intellettualoide-e-alternativa-per-gustarmi-cotando-splendore-cercando-anche-di-capirci-qualcosina-ina.

Je-ne-sais-pas.

 

Devo dire che tutto sommato ho imparato poca roba dalla vita. Ma se posso consigliarti. Se l’acqua è troppo bassa non tuffarti mai a pesce.

No no niente metafore e cazzi simili , fidati. Io intendo proprio in senso letterale.

Non tuffarti a pesce, peggio se al mare, se sai di poter toccare.

O per lo meno, io credevo sarei scivolata in lunghezza, prendendo l’acqua di taglio.

Ma manco per un cazzo.

Sono piombata giù come corpo morto cade, eh si che ce l’ho piccolo il naso, battiamolo pure.

Ho visto le stelle, giuro. Meglio che a San Lorenzo.

Per la cronaca, Sei mai riuscito a vedere una cazzo di stella cadente a S. Lorenzo?

Scrutavo il cielo qualche secolo, potevo con più probabilità vedere le slitte con Babbo Natale, vista l’ora. Ma di stelle, nada.

Mai creduto poi in quella puttanata dell’ “esprimi un desiderio”. Manco da piccola. La cosa che pensavo era: “Basta non mi cada in testa e poi va bene tutto.”

Va bene tutto.

Non è vero che va bene tutto.

Ok. Ho buttato giu le 5 puttanate nonsense della mattina, adesso ci scrivo una canzone tipo la loro, sti tizi qua. I prolet. Dai cazzo, vi sto pure facendo pubblicità su un blog wordpress, sentitevi onorati. Non riceverò un cazzo di commento prima di qualche mese perché diciamocelo, io non ho proprio voglia di starmene per siti e forum e  youtube social networks a pubblicizzare-spammare-continuamente il mio nascente blog “ehi ciao passate da me, oky? Bacini”. Dio ti prego, no.

All’opera. Ah ok, sti geni non hanno creato manco delle vere rime. Cantamiodiva.

Ci ho battuto il muso sul fondo della piscina, perché volevo fare un tuffo a pesce, come i pesci,

e invece son caduta male e ho visto le stelle,

stelle,

battuto il muso sul fondo della vasca,

dico,

ma hai mai visto una cazzo di stella, a S.Lorenzo?

stella cadente, io. Maaaaaaaaai!  (perché qui mi immagino l’acuto stridulo-voce da gay in calore, capito. Quindi sarebbe tipo “Maaaaaaiiiiiiiiiii”.)

Poi, poi…

come quando eravamo piccoli, e guardavamo il cielo (l’ipotetico noi fa sempre figo in una canzone, perché sembra che se non scrivi una canzone d’amore, non stai scrivendo una canzone)

e non c’era una cazzo di stella-oh-una singola stella.

Non ci ho capito un cazzo dalla vita,

so solo che ci son canzoni che ci hanno capito meno di me,

quando prendono le parole,

mangiano roba ai buffet,

le mescolano a caso, come fa uno stomaco astringente recalcitrante (perché scusate, dovevo mettere qualche parola dotta chiaramente)

e le vomitano…

su fogli di carta e ci fanno canzoni

quiììììììììììììììììììììììììììììììììììì (altro acutino gay)”

 

ahahahahah.

 

 

Ai lov iù soooooo much

 

 

 

 

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “le 5 puttanate nonsense della mattina

  1. 1) Mi hai assolutamente svoltato questo lunedì di Aprile.
    2) Devi avere anche tu amato Joyce al liceo.
    3) Sei bellixxima.
    4) Come questa primavera che tarda ad arrivare come me quando devo andare a letto.
    5) Letto, come questo post, con un sacco di ritardo.
    &) Sarei felice di spiegarti la canzone e regalarti il CD.

    Anch’io ho scritto 5 puttanate nonsense del pomeriggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: